Campidoglio 2 - Laboratorio Roma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Campidoglio 2

approfondimenti > Roma che cambia

Campidoglio Due

Campidoglio Due sarà la futura sede di lavoro, nel quartiere Ostiense, di quasi quattromila dipendenti del Comune e ospiterà il nuovo polo tecnico, amministrativo e informativo del Campidoglio, lasciando sul colle Capitolino solo gli uffici del sindaco, dell’avvocatura, del consiglio comunale, dei gruppi e delle commissioni consiliari.

La realizzazione del progetto ideato dall'architetto Paolo Desideri (Abdr Architetti associati), già appaltato al gruppo Astaldi, permetterà una razionalizzazione e una modernizzazione notevoli della macchina amministrativa comunale e favorirà il rapporto con i cittadini, consentendo, oltretutto, forti risparmi. Verranno realizzati nuovi uffici, progettati con criteri moderni, con possibilità di disporre di spazi funzionali, flessibili e pienamente rispondenti alle normative vigenti con il conseguente trasferimento in un unico ambito, da sedi oggi per lo più inadeguate e difficilmente raggiungibili, di circa 4.000 dipendenti di uffici Dipartimentali ed extra Dipartimentali dell'Amministrazione con una migliore sinergia ed efficienza dei medesimi.
Le aree di intervento per la realizzazione del Progetto Campidoglio Due sono costituite dai comparti C3 e C5/S2 del Piano di Assetto per la riqualificazione dell'area della Stazione Ostiense, di cui il progetto recepisce le norme di attuazione, e dal complesso edilizio dell'ex Manifattura Tabacchi localizzato tra Piazza Giovanni da Verazzano e la Circonvallazione Ostiense.

                    I dati del progetto

La realizzazione di Campidoglio Due prevede nuove edificazioni per un totale di 134.700 mq  divisi in 5 corpi di fabbrica. Per ospitare 4350 dipendenti comunali, 2000 posti auto in parcheggi multipiano, un auditorium da 800 posti, sala conferenze, biblioteca, asilo nido, palestra, 53.300 mq di uffici, 13.500 di archivi, 59.400 di parcheggi. 8.600 mq. per servizi alla cittadinanza. In programma anche la ristrutturazione della ex Manifattura Tabacchi per un totale di 33.000 mq; 10.800 mq di verde pubblico; piazze e spazi pedonali per 11.000 mq.
A livello architettonico, sono previste piazze, percorsi sotterranei, giardini pensili, cortili interni, terrazze, un ponte pedonale e una grande scalinata in marmo. Il materiale usato sarà in prevalenza travertino bianco, scelto per dare un senso di spazio e al tempo stesso mantenere un contatto con la storia di Roma.

Sergio Natalizia - 2014

 
Torna ai contenuti | Torna al menu